Mobile Header

Mobile Header

Pastoral writings from the perspective of Traditional Old Roman Catholicism in the Anglican Tradition by Rutherford Cardinal Johnson Count of Sainte Animie

15 June 2017

Patriarchal Address on the Feast of Corpus Christi AD 2017

Sub Tuum

The original text in Italian precedes. The English transcript follows.

PATRIARCHAL ADDRESS
ON THE FEAST OF THE
MOST HOLY BODY AND BLOOD
OF OUR LORD JESUS CHRIST

2017

RVTHERFORDVS I CARD. COMES S. ANIMIAE
ARCHPRINCEPS FLORENTIAE
PATRIARCHA S. STEFANI


AI membri della Corte di S. Maria di Walsingham, grazia e pace, e la mia Benedizione Apostolica in questo Festo del Corpus Christi, anno Domini 2017. Oggi celebriamo il sanctissimo Corpo ed il sacratissimo Sangue di Nostro Signore Jesu Christo. È un gioioso festo dopo della Stagione Pasquale. Durante la Stagione Pasquale, ricordiamo le Resurrezione, l’Ascensione, e la Pentecoste – tutti molto importanti, il nucleo della Santa Fede. Subito dopo della Stagione Pasquale è il Festo della Santissima Trinità, l’unico Dio, tre Personi, ma indivisibili. In verità, è del nucleo della Fede che Jesu Christo è veramente Dio, non solo un uomo. Vero Dio chi ha venuto alla terra come un uomo, e morì per noi. Ma, il morte di Cristo non fu un evento solo! Il sacrificio viva ancora oggi, fratelli! Dunque, è giusto, dopo del Festo della Trinità, che celebriamo il Corpo ed il Sangue di Cristo. Proclamiamo che Cristus Rex vivat in saecula saeculorum. Veramente il Sacrificio sull’altare di Cristo è il stesso Sacrificio di Cristo sulla Croce. Oggi facciamo un grandissimo inchino al sanctissimo Corpo ed al sacratissimo Sangue di Nostro Signore.

Adesso devo dire ancora ed ancora che Cristo è l’unica luce del mondo, e senza di Lui, non abbiamo nessun speranza. Oggi la società scende rapidamente alle tenebre. La società dimentica la tradizione e la fede di Cristo, e senza Cristo e le sue sancte tradizioni, la società sarà caduta alle mani dei nemici della Chiesa, i nemici della bontà, i nemici della civilisazione, i nemici di Dio! Noi, fratelli, i cristifideli, noi dobbiamo combattere contra le tenebre. Non possiamo essere ratti, corriendo, scappiendo, e nascando! Certo dobbiamo avere corragio e metterci in resistanza come un esercito della Santa Croce.

Il combattimento di solito per noi, i cristifideli, è certo spirituale. Ma, siamo discenduti dei Crociati e quindi capisciamo bene che, quando siamo attaccati d’un forzo violento malevolissimo, è necessario difenderci. Non vi dimenticate mai questa cosa.

E, carissimi, come il mondo ha arrivato qui? Relativismo. Il relativismo è un forzo insidioso che poco a poco erode la fede del popolo. Senza conoscenza, dopo un tempo, il popolo si sveglia una mattina e non ha la fede di Cristo ancora. Il relativismo è la via all’infidelismo ed alla religione di statismo. Il repubblicanessimo è la manifestazione di teorie vecchie di relativismo. Gli attivisti politichi di solito non hanno nuove idee, ma solo vecchie idee inferiori. L’unica via politica è la via di Cristo. Noi, carissimi, dovremmo essere una forza non di falsa variazione, ma d’un gioioso ritorno alla tradizione. Solo in Cristo la gente può essere libero.

Ed in merito della violenza ricente negli USA, è un segno del risulto di relativismo. Un assassino ha sparato a diversi membri del Partito Republicano. Cinque sono stati feriti, comprese un membro della Camera di Rappresentivi. Questo vile e codardo atto è anarchismo, un figlio di relativismo. In un paese, i cittadini dovrebbero essere come fratelli. Disaccordo arrive, certo, ma non dovremmo sparare a coloro con chi non siamo daccordo. Coloro chi conoscono Cristo capiscono bene che dovrebbero parlare con i nostri oppositori. Questo tipo di violenza non è un diritto del popolo, e gesti come questo vile e codardo atto sono controproducente e contro di Cristo. Non possiamo dire che rispettiamo il Corpo di Cristo ed il Sangue di Cristo se fossiamo ammazzare coloro con chi non siamo daccordo!

Allora, preparatevi ricevere la benedizione di nostro Signore.

Et benedictio Dei omnipotentis, Patris +, et Filii+, et Spiritus + Sancti, descendat super vos et maneat semper. R. Amen.

ENGLISH TRANSLATION:

TO the members of the Court of Saint Maria of Walsingham, grace and peace, and my Apostolic blessing on this Feast of Corpus Christi, in the Year of Our Lord 2017. Today we celebrate the most holy Body and the most sacred Blood of our Lord Jesus Christ. It is a joyful celebration following Paschaltide. During the Easter season, we remember the Resurrection, Ascension, and Pentecost – all very important, and indeed the nucleus of the holy Faith. Immediately after Paschaltide comes the Feast of the Holy Trinity, the only God, three parts, but indivisible. Truly it is very much a part of the nucleus of the faith that Jesus Christ Himself is truly God, not just a man. True God who has come to Earth as a man, and died for us. But, the death of Christ was not a single, solitary event in history! Brethren, the Sacrifice of then still lives today! Therefore, it is meet and proper that, after the feast of the Trinity, we celebrate the Body and Blood of Christ. We proclaim Cristus Rex Vivat in Saecula saeculorum – Christ the King lives forever. Truly the Sacrifice on the altar of Christ is the same Sacrifice of Christ on the Cross. Today we make a great bow to the most holy Body and to the most sacred Blood of our Lord.

Now I must say again and again that Christ is the only light of the world, and without him, we have no hope. Today society descends rapidly into darkness. Society forgets the tradition and faith of Christ, and without Christ and his holy traditions, society will fall to the hands of the enemies of the Church, the enemies of goodness, the enemies of civilisation, the enemies of God! We, brethren, the faithful in Christ, we must fight against the darkness. We cannot be rats, running, escaping, and hiding! Of course, we must have courage and be a force of resistance as an army of the Holy Cross.

This warfare is, for us, the faithful in Christ, certainly spiritual. But, we are descendants of the Crusaders and therefore we understand that, when we are attacked by a vile and wicked force of violence, it is necessary to defend ourselves. Never forget this.

And, dearest friends, how did the world come to this situation? Relativism. Relativism is an insidious thing that little by little erodes the faith of the people. Without knowledge, after a time, the people wake up one morning to find that they do not have the faith of Christ anymore. Relativism is the way to the loss of faith, replaced with the religion of the state. Republicanism is the manifestation of old theories of relativism. Political activists usually do not have new ideas, but only old inferior ideas that do not work. The only political way is the way of Christ. We, dearest friends, should be a force not of false change, but of a joyful return to tradition. Only in Christ can people be free.

And now with regard to the recent violence in the USA, it is a sign of the very result of relativism. A murderer shot several members of the Republican Party. Five were injured, including a member of the US House of Representatives. This vile and cowardly act is nothing more than anarchism, a child of relativism. In a country, citizens should be like brothers. Disagreement certainly will happen, of course, but we should not shoot those with whom we do not agree. Those who know Christ understand very well that we should talk with our opponents. This type of violence is not a right of the people, and gestures like this vile and cowardly act are counterproductive and against Christ. We cannot say that we respect the Body of Christ and the Blood of Christ if we kill those with whom we do not agree!

And now prepare yourselves to receive the blessing of our Lord.

Et benedictio Dei omnipotentis, Patris, et Filii, et Spiritus + Sancti, descendat super + + vos et maneat semper. R. Amen.